Francesco Pianelli

Venerdì nero

Il venerdì nero, o Black Friday, è l’evento più consumistico dell’anno. Quanto di più distante ci sia dalla logica ambientalista e i suoi princìpi. Come è possibile trasformare dal nero al verde questo evento?

Il venerdì nero, o Black Friday, è l’evento più consumistico dell’anno.

Quanto di più distante ci sia dalla logica ambientalista e i suoi princìpi.

In questo articolo vogliamo parlare di come sia possibile trasformare da nero al verde questo evento: ci riusciremo? Scoprilo in pochi minuti di lettura.

Venerdì Nero, questa è la traduzione del più importante evento consumistico dell’anno.

O per dirla in inglese: BLACK FRIDAY!

Diciamolo però: di solito il termine “nero” viene associato ad eventi non troppo piacevoli.

Il giovedì nero della caduta di Wall Street, la peste nera che ha terrorizzato il Medioevo in Europa o ancora i secoli oscuri venuti dopo l’epoca classica secondo il Petrarca.

Anche in questo caso il venerdì è nero.

black friday 2

Per chi ancora non lo sapesse, il Black Friday, è il giorno successivo al ringraziamento statunitense che da l’inizio ai saldi natalizi e quindi al periodo di acquisti compulsivi in previsione dei regali.

Vi anticipo già che presto ci sarà un articolo con i consigli per gli acquisti di Natale, stay tuned!

Quest’anno il venerdì nero capita Venerdì 25 novembre.

L’origine del nome, seppur incerta, sembri venga attribuita al traffico venutosi a creare nella città di Philadelphia proprio in concomitanza di quel giorno specifico. 

Perché dunque “dal nero al verde”?

Difficile immaginare uno scenario peggiore per l’ambiente: acquisti compulsivi a basso costo, spesso corrispondenti a bassa qualità, di articoli spesso superflui e non necessari alla nostra quotidianità, che in meno di 12 mesi finiranno in discarica.

L’aggravante dell’utilizzo indiscriminato delle automobili per recarsi nei centri commerciali o nelle zone industriali, causando traffico, ingorghi e di conseguenza innalzamento della CO2, delle polveri sottili e delle malattie respiratorie ad esse associate. 

Oggi si aggiungono una serie di eventi (3×2, fuori tutto, sconti fino al 50%, e chi più ne ha più ne metta) che durano tutto il mese di novembre, trasformandolo nel mese nero non solo per i portafogli, ma soprattutto per l’ambiente. 

L’acquisto compulsivo, sia esso perpetrato nel mese di novembre o meno, è sempre un male per l’ambiente.

venerdì-nero

Una scelta più ponderata nei nostri acquisti causerà un beneficio maggiore all’ambiente, alle nostre tasche, alla serenità personale e non da ultimo alla nostra casa.

Sembra che la chiave di tutto possa essere comprare meno e comprare meglio.

  • Comprare meno per far lavorare meno le fabbriche e quindi meno oggetti trasportati;
  • Comprare meno per ritrovare il gusto del fare le cose a mano;
  • Comprare meno per liberare la casa da ninnoli e cianfrusaglie che raccolgono polvere;
  • Comprare oggetti “analogici” per avere anche un risparmio economico.

Novembre però non è solo il mese del Black Friday: il 21 novembre è infatti anche la giornata mondiale dell’albero.

Sarebbe bello se tutti insieme trasformassimo il Black Friday nel Green Friday: i soldi che avremmo destinato agli acquisti, li dirottassimo verso la piantumazione di nuovi alberi per la creazione di nuovi boschi.

Poiché è con la loro creazione che forse potremmo salvare noi e le altre specie viventi di questo pianeta. 

Quindi oggi più che mai dobbiamo essere artigiani per l’ambiente.

Grazie per aver letto fin qui, se hai apprezzato il contenuto e vuoi rimanere informato sulle nostre iniziative ed attività: iscriviti alla newsletter!

Stay connected!

A presto.
Francesco

Condividi l’articolo:
Altro dal nostro blog:
imballi monouso
Eventi
Francesco Pianelli

Imballaggi monouso

Le impressioni del nostro presidente Francesco Pianelli, dopo aver partecipato ad un interessante convegno promosso da ATA Rifiuti, con il patrocinio della Regione Marche. 

“Imballaggi monouso: le iniziative concrete per un presente sostenibile”

Leggi Tutto »
deforestazione-urbana-copertina-2
Foreste e natura
Francesco Pianelli

Deforestazione urbana

Parlare di deforestazione urbana non è corretto, ma rende bene l’idea del processo che è in atto. 

In questo articolo ti raccontiamo la storia della famosa casa di moda Genny e del triste destino delle aree occupate dai suoi ex uffici.

Leggi Tutto »
venerdì-nero
Riflessioni
Francesco Pianelli

Venerdì nero

Il venerdì nero, o Black Friday, è l’evento più consumistico dell’anno. Quanto di più distante ci sia dalla logica ambientalista e i suoi princìpi.

Come è possibile trasformare dal nero al verde questo evento?

Leggi Tutto »
compleanno-plastic-free
Acquisti consapevoli
Francesco Pianelli

Compleanno plastic free?

Oggi la plastica viene additata come uno dei mali assoluti.

Ma più diciamo che non la vogliamo, più al supermercato gli scaffali ne sono pieni.

Non è però sempre stata il male, anzi…

Leggi Tutto »
casa-2.0
Casa e rifiuti
Francesco Pianelli

La casa 2.0

Una riflessione sulle possibilità che la tecnologia ci offre in relazione al nostro stile di vita, nelle case 2.0 del futuro, dove ogni confort è pagato a caro prezzo: per la Natura.

Leggi Tutto »
vandalismo
Riflessioni
Francesco Pianelli

Vandalismo non fa rima con ambientalismo

In 5 giorni, nel mondo, si è cercato di portare all’attenzione dei media e dei governi il tema ambientale.

Il cambiamento è nelle nostre mani; ma spesso le azioni di pochi rischiano di rovinare l’impegno di molti.

Leggi Tutto »

Non perderti i nostri eventi e le iniziative

Per restare aggiornato e non perderti nessuna novità dall’Associazione Bosco Che Ulula, iscriviti alla nostra newsletter, compila il form di contatto:

Non inviamo SPAM, solo comunicazioni essenziali!

Abbiamo a cuore la nostra Terra e
la tutela ambientale

Un aiuto per Bosco Che Ulula

Con il tuo contributo aiuterai a preservare la nostra Terra: lasceremo il mondo migliore di come lo abbiamo trovato.

BONIFICO BANCARIO:

Associazione Bosco Che Ulula ETS
Causale: Erogazione liberale
IBAN: IT49M0331713401000010108277

PAYPAL: